Crea sito

Agaricus lanipes (Møller: Schäffer) Hlavchek, 1949

 

Questo fungo è piuttosto raro, caratterizzato per avere alla base robusti cordoni miceliari.

Pileo: inizialmente emisferico, poi convesso; cuticola di color bruno con zone più chiare con squame fibrillose concentriche. Reazione di Schäffer negativa.

Lamelle: libere inizialmente bianche, bruno nere al termine dello sviluppo.

Stipite: clavato, di colorazione biancastra sopra l'anello. Sotto l'anello di colorazione bruna presenta alla sua base macchie rossastre e dei cordoni miceliari che tendono ad assumere una colorazione gialla.

Carne: biancastra, virante al rosso giallo. Odore di mandorla. Ritenuto commestibile, però è sconsigliato in quanto ha provocato alcuni casi di disturbi gastrointestinali.

Spore: polvere sporale nera brunastra, con spore ovoidi 5,5-6,5 X 3,5-4,5 micron.

Basidi: tetrasporici 20-24 X 6-7 micron.

Cheilocistidi: a forma di clava 14-28 X 8-14 micron.

Habitat: boschi di latifoglie

 

Foto di Dino Cannavicci

 

A. Brunori - P. Avetrani