Crea sito

Cortinarius violaceus (Linneo1753 : Fries ) Gray 1821

 

Cortinarius Sottogenere Cortinarius

Specie tipo: Cortinarius violaceus (Linneo1753 : Fries ) Gray 1821  

I funghi appartenenti al Sottogenere Cortinarius  non presentano né anello, né volva ma una cortina  che avvolge il giovane individuo, che poi sparisce, lasciando lievi tracce sul gambo. Il Sottogenere  Cortinarius è molto piccolo, dieci le specie conosciute in tutto il mondo. Specie non vischiose, non igrofane. La cuticola del pileo è fibrillosa, feltrata.  Basidiomi di colore interamente violetto. Presenza di cellule sterili sul filo e sulla faccia delle lamelle.  Il C.violaceus è una bella specie, facilmente determinabile   per il suo pileo vellutato e la sua colorazione viola.

Sinonimi :

Agaricus violaceus  Linneo 1753

Cortinarius violaceus Fries 1838

Pileo: 5-15 cm da emisferico a campanulato infine convesso, può presentare un largo umbone centrale, il bordo eccedente.  Rivestimento pileico  non vischioso, di un bel colore violetto intenso, completamente ricoperto da  squame concolori.

Lamelle: spaziate, adnate – uncinate. Concolori. Rugginose con la maturazione del carpoforo.

Stipite: cilindrico, obclavato con bulbo basale. Inizialmente pieno poi fistoloso attraversato da fibrille longitudinali.

Carne: flaccida, sub concolore con il rivestimento pileico. Odore caratteristico di legno di cedro e sapore dolciastro. Reazione rosso-viola con l’idrossido di potassio. Commestibile non pregiato

Basidi: tetrasporici, di grandi dimensioni 30-40 X 10-13 micron .

Spore: polvere sporale di colore ocraceo, con spore ellissoidali verrucose di 11-12 X 7-8 micron.

Cistidi: numerosi peli marginali fusiformi sul filo delle lamelle.

Cuticola: filamentosa con ife contenenti un succo viola.

Habitat: cresce specialmente nei boschi umidi di latifoglie, in estate-autunno su suoli più o meno calcarei. Fungo simbionte. Poco diffuso.  Nella “Cheklist dei funghi italiani” di Onofri è segnalata la sua  presenza  nel Lazio ma i sottoscritti non lo hanno mai visto in questa regione.

Note: la specie della foto è stata raccolta in Agosto del 2018 nella riserva naturale della Somadida nei pressi di Auronzo  di Cadore.

Alcuni autori separano un Cortinarius violaceus, crescente sotto latifoglie e con spore allungate, da un Cortinarius hercynicus, crescente sotto conifere e con spore sub-globose. 

 

Andrea Brunori - Paolo Avetrani