Crea sito

Cystodermella granulosa (Batsch) Harmaja 2002

 ESCAPE='HTML'

Sinonimi:

Agaricus granulosus Batsch 1783

Lepiota granulosa (Batsch) Gray 1821

Cystoderma granulosum (Batsch) Fayod 1889

Armillaria granulosa (Batsch) Kauffman 1922

Pileo: diametro di 1-5 cm, inizialmente convesso e a maturità appiattito;  asciutto, coperto da granuli e verruche coniche. Presenta un colore che va dal bruno fulvo al marrone cannella, con un margine leggermente involuto.

Imenio: lamelle adnate; fitte di colore biancastro.

Stipite: pieno, lungo 2-6 cm di 1 cm di spessore;  asciutto e concolore è ricoperto da granuli e squame nella parte inferiore, più liscio vicino all'apice; .

Carne: biancastra. Odore non rilevante e sapore delicato di nocciola. Considerato non commestibile.

Pileipellis: Cellule cuticulari sferiche concatenate tra di loro di colore marrone ruggine

Basidi: tetrasporici.

Cistidi: Cheilocistidi assenti. 

Spore: polvere sporale bianca con spore ellittiche liscie di 4-6 x 3-4 micron; .

Habitat: è una specie saprofita di terreni calcarei/acidi che cresce gregaria spesso sul muschio sotto conifere, in estate ed autunno.

Note: La specie è stata rinvenuta in Umbria presso Spoleto. Ringraziamo in maniera sentita il Micologo Dino Cannavicci che ci ha fornito queste stupende immagini macroscopiche e microscopiche

ingrandimento caratteri macroscopici

Pileipellis

Spora

Andrea Brunori - Paolo Avetrani