Crea sito

Lepiota luteicystidiata Reid 1967

 

Questa specie, molto rara, trovata dal suo autore in una serra del Royal Botanic Gardens di Kew, è contraddistinta dai seguenti caratteri:

Pileo: di piccole dimensioni e dalla superficie di colore bianco crema ricoperta da scaglie piramidali di colore bruno rossastro.

Lamelle: libere, fitte di colore crema.

Stipite: di colore bianco, cavo, con squame brunastre verso la base.

Carne: non ha odore e sapore particolari.

Basidi: tetrasporici delle dimensioni di 15-20x5-6,5 micron.

Cistidi: pleurocistidi fusiformi dal contenuto giallo bruno delle dimensioni di 25-40x10-15 micron.

Spore: polvere sporale bianca costituita da spore sub-cilindriche ialine delle dimensioni di 3,5-4,5x2-2,5 micron.

La specie è stata sempre raccolta nelle serre. Gli esemplari della foto, raccolti nelle serre del Semenzaio di S.Sisto Vecchio in Roma, su un substrato costituito da foglie di faggio, aghi di pino e torba furono determinati dal sottoscritto nel 1985.
La specie qui descritta, nel 1976, fu collocata da Bon nel genere Cystolepiota Singer 1952.

 

Andrea Brunori