Crea sito

Lepista sordida var. lilacea (Quélet) Bon 1980

 

Pileo: da 3 a 6 cm di diametro, dapprima convesso, poi esteso; margine involuto con una evidente linea di colore biancastro. Cuticola liscia igrofana di colore lilla viola intenso che si scolorisce con l'età.

Imenio: lamelle fitte con numerose lamellule, adnato-smarginate, con una vivace colorazione viola-lilla.

Stipite: 6-7 x 1-2 cm robusto, cilíndrico, bulboso, fibrilloso, di colore viola lilla e con un micelio biancastro alla base.

Carne: spessa, da biancastra a lilla, con un odore debole e sapore un po' dolce.

Basidi: tetrasporici clavati 35 x 10 micron

Spore: ellittiche leggermente verrucose di 5,5-6 x 2,5-3 micron

Habitat: specie autunnale, saprofita di boschi di aghifoglie e latifoglie.

Osservazioni: è un fungo molto variabile nella sua colorazione e più raro della L. nuda o L. sordida. È caratterizzato da piccole dimensioni e colori violetto-violacei molto intensi. Dalla "Check list dei funghi italiani" di Onofri, il fungo anche se raro è presente in diverse regioni tranne il Lazio. Riteniamo che questa specie, raccolta nella Pineta di Castel Fusano, possa essere un primo ritrovamento in questa regione.

Basidi

Spore

Andrea Brunori - Paolo Avetrani