Crea sito

Melanophyllum haematospermum (Bulliard) Kreisel 1984

(Foto Paolo Avetrani)

Specie di piccole dimensioni facilmente individuabile per le lamelle di color rosso-rosa che potrebbe inizialmente far pensare ad una specie appartenente al genere Dermocybe.

Sinonimi:

Agaricus haematospermus  Agaric aimatosperme Bulliard 1793

Agaricus echinatus Roth 1800

Lepiota haematosperma (Bulliard) P. Karst. 1879

Inocybe echinata (Roth) Saccardo 1887

Fungus haematospermus (Bull.) Kuntze 1898

Malanophyllum canali Velenovsky 1921

Cystoderma echinatum (Roth) Singer 1936

Melanophyllum echinatum (Roth) Singer 1951

Pileo: inizialmente campanulato poi piano-convesso leggermente feltrato, con umbone centrale. Colore variabile da grigio bruno a bruno marrone. Margine appendicolato con residui del velo generale.

Lamelle: libere, rossastre poi rosso vivo.

Stipite: centrale, cilindrico fistoloso di colore bruno rossastro, feltrato pruinoso.

Carne: esigua di colore biancastro rosata sotto la cuticola.

Epicute: formata da elementi piriformi (foto sotto).

Spore: polvere sporale di colore verde oliva allo stato fresco che diventa bruno rossa quando essiccata. Spore cilindriche ellissoidali finamente rugose senza poro germinativo 4,5-6,5 X 2,5-3,5 micron. 

Basidi: claviformi con 4 sterigmi 16-22 X 5,5-6 micron. Non è stata notata la presenza di cistidi.

Habitat: boschi misti e serre

Cellule globose-piriformi dell'epicute 1000x in Rosso Congo

La tavola qui riprodotta è la prima raffigurazione di questo fungo eseguita da Bulliard nel 1793. A questo fungo l'autore dette la denominazone specifica "aimatosperme".

 

Andrea Brunori - Paolo Avetrani