Crea sito

Meripilus giganteus ( Persoon : Fries) P.Karsten 1882

Sinonimi

Clavaria aequivoca Holmskjold 1790                         

Grifola gigantea (Persoon) Pilát 1934

 Merisma giganteum (Persoon) Gillet 1878

Polypilus giganteus (Persoon)  1933

Polyporus acanthoides (Bulliard) Fries 1838

Polyporus acanthoides Rostkovius 1848

Polyporus frondosus Fries 1838

Boletus acanthoides Bulliard 1791

Boletus giganteus Persoon 1794

Caloporus acanthoides (Bulliard) Quélet 1888

Flabellopilus giganteus (Pers.) Kotlaba & Pouzar1957

Grifola acanthoides (Bulliard) Pilát 1934

 

Questo fungo è la specie tipo del genere Meripilus che fu istituito dal micologo finlandese Karsten nel 1882 . Il corpo fruttifero può raggiungere dimensioni e  peso notevoli. Nel settembre del 2013 nelle Marche, nelle vicinanze di Pergola ne fu trovato un esemplare del peso di 80 chili. Esso è costituito da più strati di mensole sovrapposte di forma semicircolare a ventaglio con il margine ondulato e lobato di colore bianco-crema e con un corto gambo laterale carnoso.

La superficie delle mensole è solcata radialmente e concentricamente da evidenti squame di colore bruno scuro.

La carne è bianca, fibrosa di odore fungino e di sapore dolce.

Imenio costituito da tubuli lunghi 4-8 millimetri non separabili dal cappello e da pori bianchi che al tatto diventano nerastri.

Sistema ifale monomitico con ife raramente settate e prive di giunti a fibbia.

Basidi tetrasporici cilindrici 20 – 45 X 5 – 10 micron 

Polvere sporale bianca con spore lisce , ialine subglobose 6 -8 X 4 -6 micron.

Commestibile da giovane, coriaceo, fibroso e non mangiabile nella piena maturità.

Saprofita o parassita di latifoglie. Non molto comune.

 

Andrea Brunori - Paolo Avetrani