Crea sito

P

Papilla : piccolo rigonfiamento rotondo che generalmente si trova al centro del pileo.

Papiraceo : che ha la stessa consistenza della carta pergamena.

Parabolico : pileo che assume la forma di una parabola.

Parafisi : elementi sterili filamentosi strettamente pressati gli uni contro gli altri che si trovano interposti tra gli aschi nell’imenio degli Ascomiceti. Da specie a specie possono presentarsi come dei filamenti semplici o ramificati, settati ed a volte con la sommità rigonfia come quella di un fiammifero. Negli ascomiceti la colorazione superficiale dell’imenio è dovuta ai pigmenti contenuti nelle parafisi e questi sembra agiscono da filtro delle radiazioni solari al fine di favorire la maturazione delle spore all’interno degli aschi.

Parassita : vive alle spalle di un altro individuo sottraendogli alimenti. Inoltre con le sostanze di rifiuto da lui prodotte induce una deviazione nelle strutture e nelle funzioni dell’ospite fino ad ucciderlo.

Patogeno : dicesi così di un elemento che inducendo una deviazione nelle funzioni dell'ospite genera una malattia.

Pelo : dal punto di vista macroscopico è un elemento gracile allungato tipico dei rivestimenti. Vedi vellutata.
 Dal punto di vista microscopico è una ifa sterile allungata e sottile situata nei rivestimenti o nell’imenio. Quando si trova sull’orlo delle lamelle, soprattutto di quelle  con orlo sterile si chiama pelo marginale. Qualora dovesse differenziarsi notevolmente si definirà cistidio.

Perenne : persistente ; che dura diversi anni.

Peridium : membrana protettiva che racchiude la gleba dei Gasteromiceti. La parte esterna è detta esoperidio ; quella interna endoperidio.

Peritecio : è un particolare tipo di corpo fruttifero degli Ascomiceti. Esso ha la forma di una pera più o meno globosa in cui è possibile distinguere un ventre ed un collo. Sul fondo la cavità è tappezzata da aschi e da parafisi. il collo, il cui intorno è guarnito da peli denominati perifisi, termina con un'apertura circolare detta ostiolo.

Peridiolo : piccolo corpo di forma lenticolare che contiene gli elementi fertili. I peridioli generalmente si trovano all’interno dei funghi ciatiformi (Crucibulum, Cyathus, Nidularia).

Petaloide : corpo fruttifero che assume la forma di un petalo. Es.: Panellus mitis.

Pileo : la parte aerea espansa di numerosi funghi. Generalmente supporta l’imenio (lamelle, tubuli, aculei). Sinonimo di cappello.

Piriforme : spora il cui profilo assume la forma di una pera.

Plasmogamia : fusione del citoplasma di due ife miceliche.

Pleurospore : il termine si riferisce a spore che si sviluppano lateralmente all’elemento che le produce.

Poro : piccolo orificio che costituisce la parte terminale dei tubuli da cui usciranno le spore.

Poro germinativo : zona circolare della parete sporica da cui fuoriesce il primo filamento micelico.

Praticola : dicesi così di una specie che si sviluppa di preferenza in un luogo erboso.

Primordio : stadio iniziale dello sviluppo del carpoforo.

Propagulo : il termine si riferisce ad una struttura che serve a moltiplicare un organismo. Nei funghi i propaguli possono essere anche frammenti di micelio.

Pseudotecio : particolare tipo di ascocarpo il cui tessuto stromatico ha gli aschi contenuti in numerosi loculi sprovvisti di pareti differenziate

Pubescente : indica la base dello stipite quando è ricoperta da lanugine.

Pulvinato : riferito ad un pileo che assume la forma di un cuscino.

Pustole : sinonimo di verruche.