Crea sito

Scleroderma polyrhizum (Gmelin) Persoon 1801

 

Sinonimi:

Lycoperdon polyrhizum Gmelin 1792

Scleroderma geaster Fries 1829

Sclerangium polyrhizon (Gmelin) Léveille 1848

Corpo fruttifero: semiipogeo, globoso o subpiriforme, fino a 14 cm di diametro. Sessile  con il peridio di colore brunastro, giallo-marrone. II peridio che raggiunge la dimensione di circa  5-10 mm, alla sezione, si presenta di colore biancastro. L'osservazione microscopica ha messo in evidenza diversi giunti a fibia.

Con la maturazione il peridio si lacera in più lobi che si posano sul terreno e fanno assumere al fungo la forma di un Geaster.  La gleba inizialmente compatta di colore grigio scuro con filamenti biancastri non rivela alcuna reazione se toccata con KOH. La regione basale rudimentale, presenta vene o rizoidi.

Le spore globose aculeate, 5-10 micron includendovi le spine, sono di colore  scuro. Comune nella regione mediterranea in boschi di latifoglia o radure con terreni sabbiosi. Da non considerare commestibile. 

Spore 1000x in Rossocongo anionico

Giunto a fibia 1000x Rossocongo anionico

Andrea Brunori - Paolo Avetrani