Crea sito

I

Iantinosporei : funghi le cui spore, raccolte su un foglio di carta,assumono una colorazione bruna.

Ifa : la carne dei funghi è composta da ife più o meno lunghe. L’ifa è un filamento cilindrico continuo oppure suddiviso da setti trasversali.
Le ife, saldate tra di loro, costituiscono il micelio. Dalla loro differenziazione deriva una diversità delle strutture fungine sia nelle funzioni assimilative sia nelle funzioni riproduttive. 
Generalmente la carne dei funghi è costituita da :
  ife fondamentali – formano la struttura portante del carpoforo;
  ife connettive – originatesi dalle precedenti che collegano tra loro intrecciandosi in tutte le direzioni.
Nella famiglia delle Poliporaceae lo studio delle ife ha condotto ad altre distinzioni. In questi funghi si trovano :
a)      ife generatrici, sottili, ialine, di solito settate, che danno origine    alle altre ife e alla crescita indefinita dell’imenio;
b)      ife strutturali presentano una membrana spessa, sono poco ramificate e provviste di setti. Le ife strutturali, definite anche ife di sostegno, formano la struttura portante del carpoforo; quella struttura che potremmo definire lo scheletro. Infatti in francese sono chiamate “squelettiques” e in inglese “skeletal” che hanno il significato di scheletrico.
c)      ife connettive ; come le precedenti hanno membrana spessa, sono però notevolmente ramificate e senza setti; di solito hanno un rapido accrescimento.
La presenza di un solo tipo di ife, o di due o di tre ha definito il “sistema ifale” dei polipori in monomitico, dimitico, trimitico
Particolari tipi di ife poi sono quelle “laticifere”, più grosse delle ife normali, contenenti latice, e quelle “oleifere” contenenti un liquido di aspetto oleoso.

Igrofano : dicesi così di un pileo che cambia di colore in funzione dell’umidità.

Igrofila : specie che preferisce svilupparsi in ambienti umidi.

Imeniforme : tipo di rivestimento del pileo in cui gli elementi, a forma di clava,sono disposti in modo regolare come i basidi nell’imenio.

Imenoforo : questo termine indica il tessuto che nelle lamelle, tubuli, aculei è da supporto ai basidi.

Imenio : parte fertile in cui si trovano gli elementi della riproduzione : le spore. Queste si trovano all’interno degli aschi negli Ascomycota ; portate dai basidi nei Basidiomycota. Nei funghi appartenenti a questa divisione esistono diversi tipi di imenio : a lamelle ; a tubuli e pori ; ad aculei.

Imenopodo : è uno strato di ife gracili posto tra il sottoimenio e il mediostrato.

Immutabile : carne del fungo che esposta all’aria non cambia di colore.

Inequiimeniferi : funghi a lamelle caratterizzati dal diseguale sviluppo di tutte le parti dell’imenio. In questi funghi le spore sono disperse in tempi successivi.

Es.: funghi appartenenti al genere Coprinus.

Infundibuliforme : pileo a forma di imbuto.

Inguainante : dicesi così di una volva che riveste come una guaina la parte terminale dello stipite.

Innate : si chiamano così le ornamentazioni congenite alla struttura stessa del pileo e del gambo (generalmente le fibrille).

Inserzione : così è chiamata la linea di raccordo tra la lamella e lo stipite.

Involuto : margine del pileo arrotolato in dentro.

Ipogei : funghi che si sviluppano sotto la superficie del suolo.

Isterotecio : particolare tipo di ascocarpo a forma di fuso dotato di una fenditura nel senso della lunghezza. Da questa fenditura fuoriescono le spore.