Crea sito

Lepiota xantophylla Orton 1960

 

Questa specie, molto rara, è contraddistinta dai seguenti caratteri :

Pileo: ovoide rivestito da scaglie di colore giallo-citrino che nel centro assumono toni bruno-rossastri.

Lamelle: libere, distanti di colore giallo.

Stipite: cildrico, cavo, con la base bulbosa, ricoperto da scaglie dello stesso colore del pileo. Negli esemplari giovani, tra lo stipite e l'orlo del pileo, si nota la presenza di un velo cortiniforme inizialmente di colore bianco poi giallo.

Carne: biancastra con sfumature gialle nel pileo. Senza odore particolare, sapore leggermente amaro.

Basidi: tetrasporici delle dimensioni di 20-25 x 8-10 micron.

Cistidi: notata la presenza di cheilocistidi claviformi delle dimensioni di 20-25 x 8-10 micron.

Spore: polvere sporale bianca costituita da spore ialine, destrinoidi, subcilindriche delle dimensioni di 6,5-8,5 x 3,5-4 micron.

Gli esemplari della foto, raccolti nelle serre del Semenzaio di S.Sisto Vecchio in Roma, sviluppatisi su un substrato costituito da foglie di faggio, aghi di pino e torba, furono determinati dal sottoscritto nel 1985.

 

Andrea Brunori

 ESCAPE='HTML'